le novità – SOS Fanta

le novità – SOS Fanta

le novità – SOS Fanta

Ci siamo, riparte questa sera il campionato con l’11a giornata di Serie A. Alle 20.45, la Juventus ospita l’Empoli; il turno terminerà lunedì sempre alle 20.45 con Sassuolo-Verona. Di seguito le novità in tempo reale in chiave fantacalcio in arrivo da quotidiani, campi e conferenze stampa degli allenatori.

Qui le probabili formazioni

ATALANTA – Gasperini ritrova pedine importantissime per la sua Atalanta: Musso per la porta, Djimsiti in difesa e Duvan Zapata in attacco. Verso la panchina il primo e l’ultimo, mentre il centrale si gioca una maglia con Scalvini; di Demiral e Okoli gli altri due posti in difesa. A centrocampo conferme per de Roon e Koopmeiners, con Hateboer e Soppy – più di Maehle – sulle corsie laterali. In attacco i favoriti sono quelli impiegati da Gasp nelle ultime uscite: Pasalic (più di Ederson) a supporto di Lookman e Muriel. Con Malinovskyi, Boga e Zapata appunto come armi dalla panchina. Per Duvan serve una copertura.

La probabile formazione – Sportiello/Musso; Okoli, Demiral, Scalvini/Djimsiti; Hateboer, de Roon, Koopmeiners, Soppy; Pasalic/Ederson; Lookman/Malinovskyi, Muriel.

BOLOGNARiecco Marko Arnautovic in casa Bologna. È pronto a tornare titolare al centro dell’attacco, con Dominguez a supporto; sulle fasce Orsolini e Barrow sono rispettivamente in vantaggio su Aebischer e Sansone. A centrocampo pronta la coppia Schouten-Medel, in difesa possibile il ritorno dal 1′ di De Silvestri a destra: lui, Soumaoro e Posch si giocano due maglie; di Lucumì e Cambiaso (più di Lykogiannis) le altre due. Anche oggi differenziato per Kasius, a rischio per il match.

La probabile formazione – Skorupski; De Silvestri, Soumaoro/Posch, Lucumì, Cambiaso/Lykogiannis; Schouten, Medel; Orsolini/Aebischer, Dominguez, Barrow/Sansone; Arnautovic.

CREMONESE – Show di 4-2-3-1 in casa Cremonese verso la sfida contro la Sampdoria. In difesa pronti Sernicola e Valeri sulle due corsie laterali, con la coppia Bianchetti-Lochoshvili al centro del reparto. A centrocampo Ascacibar e Castagnetti in pole, inseguono Meité ed Escalante. Pickel è stato infatti provato più avanti, sulla trequarti, con Zanimacchia (o Felix) e Okereke a supporto della prima punta Dessers.

La probabile formazione – Carnesecchi; Sernicola, Bianchetti, Lochoshvili, Valeri; Ascacibar/Meité, Castagnetti; Zanimacchia/Felix, Pickel, Okereke; Dessers.

EMPOLIRecupera Marin in casa Empoli, lo ha svelato ieri Zanetti: è pronto a tornare in cabina di regia, con Bandinelli da mezzala sinistra e Haas in pole su Henderson per completare il reparto. Conferme in difesa per Stojanovic e Parisi da terzini, con la coppia De Winter-Luperto al centro. In attacco Satriano e Destro in netto vantaggio su Lammers, mentre il vero dubbio di formazione, aspettando le ufficiali, è sulla trequarti: Baldanzi leggermente favorito su Bajrami e Pjaca per una maglia dal 1′.

La probabile formazione – Vicario; Stojanovic, De Winter, Luperto, Parisi; Haas/Henderson, Marin, Bandinelli; Baldanzi/Bajrami/Pjaca; Satriano, Destro.

FIORENTINA – Riccardo Sottil non recupera, mentre in extremis è stato ufficialmente convocato Luka Jovic, a sorpresa. Oggi period solo parzialmente in gruppo, non ancora pienamente recuperato, ma Italiano ha deciso di portarlo lo stesso: panchina in vista. Gonzalez e Kouamé le due certezze di casa Fiorentina nel tridente, con Cabral (di poco favorito) o Ikoné a completare il reparto. A centrocampo pronti Bonaventura, Amrabat e Barak, occhio in difesa invece: Igor ha deluso, Italiano pensa alla coppia Milenkovic-Quarta, con Biraghi a sinistra e Dodò in pole su Venuti a destra.

La probabile formazione – Terracciano; Dodò/Venuti, Milenkovic, Quarta/Igor, Biraghi; Bonaventura, Amrabat, Barak; Gonzalez, Cabral/Ikoné, Kouamé.

INTER – Dubbi aperti in difesa in casa Inter: secondo Sky, l’unico certo del posto è Bastoni sul centro-sinistra. Al centro più de Vrij di Acerbi, sul centro-destra c’è la possibilità D’Ambrosio al posto di Skriniar (che resta comunque favorito). Sulle fasce i favoriti sono Dumfries e Dimarco, mentre a centrocampo si va verso la conferma del terzetto Barella-Calhanoglu-Mkhitaryan; insegue Asllani. In attacco pronti Dzeko e Lautaro Martinez, con Correa pronto a subentrare. Altro forfait per Lukaku, che ha bisogno di lavorare ancora prima di tornare a disposizione e non ci sarà (anche oggi ha lavorato solo parzialmente in gruppo). Lo ha confermato anche Inzaghi: “Lukaku è due giorni che si sta allenando parzialmente in gruppo, deve ritrovare la condizione, ma è molto motivato e finalmente ha superato la lesione. Non sarà con noi a Firenze, cerchiamo di portarlo a mercoledì, deve migliorare la sua condizione, ma vedendolo lavorare sono molto fiducioso”. In porta ancora Onana, Handanovic non è a disposizione per giocare.

La probabile formazione – Onana; Skriniar/D’Ambrosio, de Vrij/Acerbi, Bastoni; Dumfries, Barella, Calhanoglu, Mkhitaryan/Asllani, Dimarco; Dzeko, Lautaro.

JUVENTUS – Show di 3-5-2 in casa Juventus per Massimiliano Allegri nelle scorse ore. Aspettando le ufficiali, pronti Rugani, Bonucci e Danilo al centro della difesa, a partire dalla panchina salvo sorprese sarà Alex Sandro. A centrocampo molto più Locatelli di Paredes, con McKennie e Rabiot da mezzali; a destra spazio a Cuadrado, con Kostic a sinistra. In attacco c’è il sorpasso di Kean su Milik: verso la panchina il polacco, con Vlahovic intoccabile dall’inizio.

La probabile formazione – Szczesny; Rugani/Alex Sandro, Bonucci, Danilo; Cuadrado, McKennie, Locatelli/Paredes, Rabiot, Kostic; Kean/Milik, Vlahovic.

LAZIO – Mancherà Ciro Motionless in casa Lazio, un’assenza pesantissima per Sarri e i fantallenatori. C’è Pedro in vantaggio su Cancellieri sulla corsia destra, con Felipe Anderson da falso nove e Zaccagni sulla fascia sinistra. A centrocampo Milinkovic-Savic e Cataldi le certezze, con Luis Alberto in ballottaggio con Vecino per completare il reparto. Oggi è tornato in gruppo Marcos Antonio, il problema al polpaccio è superato. Un dubbio anche in difesa: o Patric (recuperato) o Casale accanto a Romagnoli al centro, con Lazzari e Marusic sulle due fasce.

La probabile formazione – Provedel; Lazzari, Patric/Casale, Romagnoli, Marusic; Milinkovic-Savic, Cataldi, Luis Alberto/Vecino; Pedro/Cancellieri, Felipe Anderson, Zaccagni.

LECCE – Tutti a disposizione in casa Lecce, eccezion fatta per lo squalificato Gallo. Spazio a Pezzella a sinistra, con Umtiti al centro e poi tre difensori in corsa per due maglie: Gendrey e Baschirotto in pole, ma scalpita anche Pongracic. A centrocampo pronto il terzetto composto da Gonzalez, Hjulmand (al rientro publish squalifica) e Askildsen, con il solito ballottaggio nel tridente offensivo: Banda è in pole su Di Francesco per affiancare Ceesay e Strefezza dal 1′.

La probabile formazione – Falcone; Gendrey, Baschirotto/Pongracic, Umtiti, Pezzella; Gonzalez, Hjulmand, Askildsen; Strefezza, Ceesay, Banda/Di Francesco.

MILAN – Rotazioni in vista per Stefano Pioli col Monza. In attacco l’allenatore pensa a un turno di riposo iniziale per Leao e Giroud: sono leggermente favoriti Rebic a sinistra e Origi da prima punta. De Ketelaere recupera, ma va verso la panchina: pronti Brahim Diaz e Messias a completare il terzetto sulla trequarti. A centrocampo possibile turno di riposo per Tonali: provato Pobega accanto a Bennacer, c’è la mina vagante Krunic per mediana e trequarti. In difesa Dest in pole su Kalulu, con il possibile ritorno al centro di Kjaer (più di Gabbia), Tomori e Theo Hernandez a completare il reparto. Sui singoli, non si è sbilanciato Pioli in conferenza: “Rebic e Origi dal 1′? Una possibilità sì, deciderò domattina in base a come staranno i giocatori. Recuperiamo Kjaer e De Ketelaere, sono a disposizione, vedremo come impiegarli”.

La probabile formazione – Tatarusanu; Dest/Kalulu, Kjaer/Gabbia, Tomori, Theo Hernandez; Bennacer, Pobega/Krunic/Tonali; Messias, Brahim, Rebic/Leao; Origi/Giroud.

MONZA – Pesa l’assenza per squalifica di Rovella in casa Monza. O Barberis o Filippo Ranocchia accanto a Sensi in cabina di regia, con Ciurria e Carlos Augusto confermati sulle fasce. Sulla trequarti Pessina e Caprari a supporto della prima punta e per questo posto è corsa a tre: Gytkjaer è in leggero vantaggio su Mota e Petagna. In difesa c’è fiducia per il recupero di Izzo, ma Palladino deciderà solo nelle prossime ore se schierare lui o Marlon accanto a Pablo Marì e Caldirola.

La probabile formazione – Di Gregorio; Marlon/Izzo, Marì, Caldirola; Ciurria, Barberis/Ranocchia, Sensi, Carlos Augusto; Pessina, Caprari; Gytkjaer/Mota/Petagna.

NAPOLIAnguissa sì o no? È il grande dubbio di casa Napoli con vista sulla Roma. La decisione verrà presa nelle prossime ore. Oggi “ha svolto prima parte di seduta in gruppo e seconda parte allenamento personalizzato in campo”. Per la prima volta dunque è tornato a lavorare coi compagni, seppur non a tempo pieno: vuole esserci e ci proverà fino all’ultimo, ma per Sky non dal 1′, al massimo dalla panchina. Conferma pronta per Ndombele in mediana accanto a Lobotka e Zielinski. In difesa Di Lorenzo e Olivera (per Sky è favorito su Mario Rui) sulle fasce, con Kim al centro in coppia con Juan Jesus (favorito su Ostigard). In attacco la certezza è Kvaratskhelia, mentre sono aperti i ballottaggi per le altre due maglie: Osimhen in leggero vantaggio su Raspadori da prima punta, a destra è testa a testa tra Lozano e Politano. Si preannunciano due staffette.

La probabile formazione – Meret; Di Lorenzo, Kim, Juan Jesus/Ostigard, Olivera/Mario Rui; Ndombele, Lobotka, Zielinski; Lozano/Politano, Osimhen/Raspadori, Kvaratskhelia.

ROMA – Scelte di formazione delineate in casa Roma per José Mourinho. Si va verso il ritorno dal 1′ di Nicolò Zaniolo in attacco in coppia con Abraham, insegue invece Belotti che resta in ballottaggio e sfavorito. Conferma per Pellegrini a supporto delle due punte, con la coppia Cristante-Matic in mediana; sulle fasce Zalewski e Spinazzola. Karsdorp ha una settimana in più di lavoro nelle gambe, ma per Sky ha al massimo mezz’ora di autonomia e dunque va verso la panchina. Nessun dubbio in difesa: straordinari per Mancini, Smalling e Ibanez. Oggi è tornato in gruppo Kumbulla e – in anticipo – parzialmente anche Celik (da capire se saranno convocati).

La probabile formazione – Rui Patricio; Mancini, Smalling, Ibanez; Zalewski, Cristante, Matic, Spinazzola; Pellegrini; Zaniolo/Belotti, Abraham.

SALERNITANA – Possibile sorpasso in attacco: Bonazzoli è in leggero vantaggio su Piatek in casa Salernitana dopo le show di questa settimana. Di Boulaye Dia l’altra maglia, come al solito sono in tre per due posti. A centrocampo due dubbi: o Radovanovic o Bohinen in cabina di regia, o Kastanos o Vilhena da mezzala con la conferma di Coulibaly; resta indisponibile Maggiore. Conferme sulle fasce per Candreva e Mazzocchi, in difesa ballottaggio Fazio-Pirola-Bronn per affiancare Daniliuc e Gyomber. Così Nicola ha parlato dei singoli: “Lovato non si è allenato tutta la settimana, se c’è la possibilità di portarlo in panchina lo farò. Ha problemi legati advert un virus intestinale. Fazio invece sta meglio, siamo contenti perché è una risorsa in più. Poi domani vedremo chi sarà pronto per scendere in campo dal primo minuto. Lo stesso discorso vale per Bohinen. Parlerò con loro per capire come si sentano. Radovanovic? Può agire in entrambi i ruoli, dipenderà anche dalle condizioni di Bohinen”, ha detto.

La probabile formazione – Sepe; Gyomber, Daniliuc, Fazio/Bronn/Pirola; Candreva, Coulibaly, Radovanovic/Bohinen, Kastanos/Vilhena, Mazzocchi; Dia, Bonazzoli/Piatek.

SAMPDORIA – Un solo grande dubbio di formazione in casa Sampdoria per Dejan Stankovic. Riguarda Sabiri, che si gioca una maglia con Leris: testa a testa tra i due, con Gabbiadini e Djuricic confermati a supporto di Caputo. A centrocampo verso il forfait Vieira, ieri assente in coppa per problemi alla caviglia (oggi terapie per lui): pronti Rincon e Villar. Bereszynski e Colley oggi hanno svolto lavoro differenziato: stanno recuperando dai rispettivi problemi fisici, c’è fiducia. Le various sono Conti a destra e Amione al centro; conferme per Ferrari e Augello.

La probabile formazione – Audero; Bereszynski/Conti, Ferrari, Colley/Amione, Augello; Rincon, Villar; Gabbiadini, Sabiri/Leris, Djuricic; Caputo.

SASSUOLO – Mimmo Berardi sì o no? È il grandissimo dubbio di casa Sassuolo che verrà sciolto solo all’ultimo o magari già domani quando parlerà Dionisi. Period solo un risentimento muscolare con l’Atalanta, nessuna nuova lesione. Ma l’allenatore non vuole correre rischi, per questo resta in bilico. Se volete schierarlo al fantacalcio visto che è il posticipo del lunedì sera, dovete essere coperti con una riserva sicura di prendere voto. Perché c’è il rischio che possa non prendere voto, per Il Resto del Carlino l’assenza non è da escludere. Ma qualcosa in più si capirà soltanto domani. Verso il ritorno dal 1′ Laurienté a sinistra, è favorito su Kyriakopoulos e Traoré (aumenterà il suo minutaggio, da mettere), con D’Andrea o Ceide a destra e Pinamonti da prima punta. A centrocampo pronti Frattesi, Maxime Lopez e Thorstvedt, in difesa manca Ferrari per squalifica: pronti Erlic e Ayhan (più di Ruan), con Toljan e Rogerio da terzini.

La probabile formazione – Consigli; Toljan, Ayhan/Ruan, Erlic, Rogerio; Frattesi, Maxime Lopez, Thorstvedt; D’Andrea/Ceide, Pinamonti, Laurienté/Kyriakopoulos/Traoré.

SPEZIA – Ancora show di difesa a 4 in casa Spezia. Gotti deve decidere se impiegare o meno dal 1′ Daniele Verde dopo la grande prova in Coppa Italia: o lui o Maldini o il favorito Holm a destra nel tridente, con Nzola e Gyasi a completare il reparto. A centrocampo provati ancora Bourabia, Kiwior e Agudelo, il piano B prevede l’inserimento di Ellertsson o Ekdal e l’arretramento di Kiwior in difesa (a star fuori sarebbe Caldara). Conferme per Amian e Nikolaou da terzini, idem per Ampadu in difesa (accanto appunto a Caldara o Kiwior).

La probabile formazione – Dragowski; Amian, Caldara/Ellertsson, Ampadu, Nikolaou; Bourabia, Kiwior, Agudelo; Holm/Verde/Maldini, Nzola, Gyasi.

TORINO – Verso il ritorno tra i convocati Antonio Sanabria in casa Torino: oggi si è allenato in gruppo, riporta Tuttosport. Ma non dovrebbe giocare dall’inizio. C’è Pellegri pronto a partire titolare in attacco, con Vlasic e Radonjic (di poco favorito su Miranchuk) a supporto. A centrocampo Lukic e Linetty, ancora in pole su Ricci; sulle fasce in pole ci sono Ola Aina e Vojvoda (inseguono Singo a destra e Lazaro a sinistra). Difesa a tre con Djidji, Schuurs e Rodriguez.

La probabile formazione – Milinkovic-Savic; Djidji, Schuurs, Rodriguez; Aina/Singo, Lukic, Linetty/Ricci, Vojvoda/Lazaro; Vlasic, Radonjic/Miranchuk; Pellegri.

UDINESE Senza lo squalificato – e infortunato – Becao, in casa Udinese è pronto Ebosse in difesa accanto a Bijol e Perez. A centrocampo Lovric, Walace e uno tra Samardzic (favorito), Makengo e Arslan; sulle fasce tocca a Pereyra e Udogie. Deulofeu intoccabile in attacco, per l’altra maglia è testa a testa tra Beto e Success: uno giocherà dal 1′, l’altro subentrerà, sarà staffetta insomma.

La probabile formazione – Silvestri; Perez, Bijol, Ebosse; Pereyra, Lovric, Walace, Samardzic/Makengo/Arslan, Udogie; Deulofeu, Beto/Success.

VERONA – La buona notizia di casa Verona è il pieno recupero di Tameze, pronto a giocare dal 1′ in mediana accanto a Veloso; sulle fasce pronti Faraoni e Depaoli. I favoriti per agire alle spalle di Henry sono Kallon e Verdi, ma in corsa c’è anche Piccoli. Difesa a tre con Hien, Gunter e uno tra Ceccherini (favorito) e Magnani. Verso il recupero per la panchina Dawidowicz. Lazovic invece dovrebbe essere ancora ai field, mentre Doig è a rischio così come Lasagna (ci prova fino all’ultimo). Ilic dovrebbe tornare contro la Roma.

La probabile formazione – Montipò; Hien, Gunter, Ceccherini/Magnani; Faraoni, Tameze, Veloso, Depaoli; Kallon/Piccoli, Verdi; Henry.




#novità #SOS #Fanta

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Scroll to Top
Scroll to Top